Tuesday, January 02, 2007

Nebbia

There's a little child
Running round this house
And he never leaves
He will never leave
And the fog comes up from the sewers
And glows in the dark

Ieri mentre ero seduto davanti al PC, sbirciavo dalla finestra di fronte a me... e un sacco di ricordi mi sono venuti in mente... ricordi di una volta, di quanto ero bambino.

Di fronte a me, dove ora si ergono 4 palazzine non c'era nulla. C'era la campagna, l'erba era alta un metro quanto non la tagliavano... fino a giugno, luglio, quanto veniva il caldo e arrivava il contadino a prendere l'erba da usare come fieno. E là, più lontano dove ora c'è un bidone della spazzatura giallo - e anche uno blu - c'era un rullotte... bianca tutta scassata. E per noi bambini era un po' come la casa della strega. Nessuna sapeva cosa ci fosse dentro quella rullotte... ci andavano i gatti, forse a partorire i loro gattini... magari anche a sposarsi, chi lo sà!

E poi c'era la strada, una strada per nulla trafficata, come adesso. E subito di fianco alla strada un piccolo torrente che risaliva fino all'enorme parco di Orsi Mangelli. Dalla finestra posso vedere ancora i filari di cigliegi e in lontananza gli alti pioppi che delimitano le piste dei cavalli, di Orsi Mangelli.

C'è la nebbia. Percorre la campagna come un sottile filo di fumo bianco, si slega in mezzo agli alberi, risale per un attimo sorpassando la casa tutta bianca... e poi continua fino al parco dei cavalli. Mangelli. E' sempre stato un po' il mio posto sconfinato quando ero piccolo. Le distese di prati sembrano davvero la savana. Quando ci si va d'estate, col caldo a trenta gradi, la vista si perde all'orizzonte e ci sono cavalli di tutti i tipi che corrono, in branco o meno.

Adesso c'è la nebbia. Perlomeno, non posso saperlo dato che ora la mia vista è bloccata da 4 schifosissime palazzine in pietravista. Delle merde di palazzine in pietravista. Una volta la notte o il pomeriggio sentivo i fagiani con il loro verso, quasi un urlo. Ora non ci sono più nemmeno loro.

Prima, in mezzo alla nebbia, potevo immaginare chissà quale mondo nascosto e misterioso.

Ora nulla.


Baby alligators in the sewers grow up fast
Grow up fast
Anything you want it can be done
How did you go bad?
Did you go bad?
Did you go bad?
Somethings will never wash away
Did you go bad?




1 Comments:

At 9:38 pm, Anonymous elisa said...

Anche attorno a me tutto è cambiato rispetto quand'ero bambina..E anch'io come te riesco a ricordare ogni particolare di ciò che c'era. In particolare ricordo il prato davanti a casa mia dove giocavo a calcio quando l'erba era bassa e a nascondino se nessuno passava il tagliaerba. Era pieno di ortiche...Non farmi perdere nei ricordi che poi non la finisco più!
Ciao!

 

Post a Comment

<< Home